Siamo corpo

Il corpo sono io, il corpo fa parte di me

Genitori, educatori, animatori, insegnanti: proposte di incontri per riflettere insieme  sulla relazione con i ragazzi e la loro educazione riguardo la sessualità e l’affettività.

genteL’adolescente chiede in modo non chiaro ma profondo e dalla risposta degli adulti vede
la  possibilità di crescita che ha.
Ha bisogno di sperimentare una certa resistenza per capire come utilizzare la nuova forza che gli sta nascendo dentro. Mette alla prova per chiedere quanto tieni a me?
Ama l’adulto che non diserta, l’adulto che prova piacere a essere tale con lui.

L'adulto che mi piace: che sia capace di ridere di sé, che abbia e sappia usare il suo mito, che parli di sé e non di altri, che si sappia mettere in gioco, che abbia qualcosa di vero da proporre.

genitoriOggi l’educazione, in particolare se riferita alla sessualità, dà risposte al come ma resta muta davanti al perchè.
È necessario trovare il senso del corpo umano e della persona per poter proporre un’educazione sessuale che tenga conto di tutte le nostre aspirazioni, soprattutto quella di amare ed essere amati per quello che si è.
Il corpo, il nostro e quello dell’altro, racchiude il mistero del nostro essere persona e ci indica la via per entrare in comunicazione col mondo. Non potrà mai essere un oggetto ma solo accolto ed amato.

corpoRaccontare ai ragazzi la verità sul corpo e sull’amore significa informarli, calmare le loro preoccupazioni, aiutarli a meravigliarsi davanti alla bellezza della vita e dell’amore per un loro equilibrio affettivo nel tempo presente e futuro.

La sessualità ha come finalità l’incontro, la relazione con l’altro, la procreazione. Per questo il linguaggio del corpo va collegato a quello del cuore.


Documentazione

Proposte serate genitori Articolo "Comunità Marchense"

Siamo corpo

Appunti da Siamo corpo: incontri per educatori e genitori presso il Centro Mater Divinae Gratiae di Brescia.

Nonostante siamo invasi dal SAPERE SESSUALE molti giovani vivono con molta difficoltà il loro essere uomini e donne perché il sapere è ben poca cosa se non c'è il SIGNIFICATO e il VALORE di riferimento necessari perché possano crescere con le idee chiare sul senso della vita e sulla loro identità.

La sessualità è in relazione con l'essere e non con il fare e l'avere.

Il corpo, la sua anatomia, "parla", ci dice del nostro significato al maschile e al femminile ma il suo linguaggio può essere travisato, ignorato, appena ascoltato. La corporeità al maschile e al femminile ha inscritta la tendenza all'incontro con l'altro. Educare la corporeità = educare alla diversità.

Incontri al femminile

corpiAppunti da Siamo corpo: incontri con classi V di liceo.
La femminilità è un progetto più che un dato e la biologia femminile già ce lo racconta.

La sessualità ha radici nella corporeità che esprime nelle sue forme anatomiche, nei suoi meccanismi fisiologici, la differenza e la complementarietà maschile e femminile.

Ogni cellula del nostro corpo ha impresso l'indelebile segno dell'essere maschi o femmine ma l'espressione del nostro essere maschi o femmine è legata alla compresenza in ognuno di noi di maschile e femminile, in diverse proporzioni e sfumature. La comprensione e la consapevolezza di questa compresenza ci aiuta nella accoglienza dell'altro. Ogni gesto maschile e femminile è sintesi dell'interiorità dell'uomo e della donna.

La femminilità riguarda tutte le dimensioni della persona e quella biologica viene "plasmata" da quella psicologica e spirituale: è l'anima femminile che svela e rende femminile il corpo e non il contrario.

Richiedi informazioni


* campi obbligatori

Prossimi corsi

Scopri dove frequentare questo e altri corsi.

Tutti i corsi

La linea educativa

È importante che la linea educativa:

  • valorizzi le relazioni umane e il valore positivo dell’altro;
  • riconosca ed accetti i limiti umani;
  • riconosca nella persona le risorse fondamentali e necessarie per affrontare gli eventi della vita;
  • privilegi il valore della persona, dell’amore, del rispetto di sé e dell’altro al prestigio personale e al valore economico;
  • riconosca il valore del piacere ma differenziandolo dal divertimento, dalla gioia e indicando nel rispetto della persona nella sua totalità i tempi e le modalità per la sua soddisfazione;
  • sviluppi la capacità critica verso ciò che ci circonda;
  • parli d’amore come di un cammino tra gli amori (cotta, innamoramento, amore) secondo la legge della gradualità;
  • valorizzi il pudore, ricchezza di ogni persona, difesa da tutto ciò che non è amore.